setteB.it – Vota il Wi-Fi!!!

“tratto da setteB.IT
Scendiamo in campo con una proposta ai candidati di tutti i partiti che vorranno essere eletti il 13/14 aprile. I lettori di setteB.IT fanno il “voto di scambio” con chi promette di abolire la legge “anti-terrorismo” che tarpa le ali al wireless in Italia. Aderite.
La stima che molti di noi attribuiscono alla classe politica è ai minimi storici.

03550b_177elezioni08Tra poco più di un mese il popolo italiano dovrà votare i nuovi parlamentari, sono milioni le cose che vorremmo che facessero per noi i prossimi occupanti di Palazzo Montecitorio e Palazzo Madama, da scegliere tra quelli proposti dai 177 movimenti politici illustrati accanto. Noi ci limitiamo a chiederne una sola, forse non la più importante per sopravvivere, ma certo una fondamentale per far progredire il nostro paese, grazie alla tecnologia correntemente a disposizione. Promettete di cancellate l’articolo 7 della legge del 31 luglio 2005, n. 155 “Misure urgenti per il contrasto del terrorismo internazionale”… e noi vi voteremo.

L’articolo 7 “Integrazione della disciplina amministrativa degli esercizi pubblici
di telefonia e internet” della norma nota anche con il nome di “legge anti-terrorismo” o “decreto Pisanu” dice che “sono stabilite le
misure che il titolare o il gestore di un esercizio in cui si svolgono le attività di cui al comma 1 è tenuto ad osservare per il monitoraggio delle operazioni dell’utente e per l’archiviazione dei relativi dati […] nonchè le misure di preventiva acquisizione di dati anagrafici riportati su un documento di identità dei soggetti che utilizzano postazioni pubbliche non vigilate per comunicazioni telematiche ovvero punti di accesso ad Internet utilizzando tecnologia senza fili”.

Scendiamo in campo, dopo decine e decine di sottolineature di quanto inutilmente complicato sia accedere a Internet dalle aree pubbliche qui in Italia, tramite il consolidato sistema del Wi-Fi. E’ ora che il nostro paese si allinei a quanto succede in nazioni più tecnologicamente avanzate. Alcune di queste certamente più colpite oppure sotto l’eventuale minaccia terroristica di quanto lo sia l’Italia…

[continua] “

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: