Ms Word 2007 vs OpenOffice Writer 2.3: Interfacce grafiche

Allora, siccome ho appena avuto una discussione con un “tizio” tramite skype, posto questo articolo trovato su un altro blog.

Caro “tizio”, tu sostieni che ms office è più facile da usare perchè l’interfaccia grafica è bella e semplice, mentre open office è diffice da usare? (semplice…quale programma microsoft è veramente semplice da usare al 100%?🙂 ) beh, leggi sto post e poi ne riparliamo.

“articolo tratto da: http://killerofgiant.wordpress.com/2008/01/07/ms-word-2007-vs-openoffice-writer-23-interfacce-grafiche/

Questa è la prima puntata e qui verranno discusse le differenze grafiche fra i 2 software, con i loro pregi e difetti. Questo è un aspetto importante per programmi come questi perché l’interfaccia deve essere il più possibile funzionale e aiutare l’utente a trovare in modo semplice e intuitivo ciò che gli serve. Questa non è mai un’impresa facile per gli sviluppatori perché spesso l’interfaccia è anche a gusto dell’utilizzatore e non esiste un’interfaccia perfetta. In ogni caso addentriamoci nelle interfacce di Word 2007 e Writer 2.3

La nuova interfaccia grafica di Word 2007

 

+Il nuovo software sfornato da Microsoft nella suite Office 2007 è stato pubblicizzato notevolmente per la nuova veste grafica, che secondo Microsoft migliora notevolmente l’usabilità del software. Questa novità, una delle principali in Word 2007, è stata accolta in vari modi dagli utenti: alcuni sono rimasti affezionati alla vecchia struttura di Word 2003 e per questi utenti l’uso di quella nuova è difficile perché non riescono a trovare niente. Un’altra categoria di utenti invece è entusiasta della nuova grafica come se fosse la venuta del messia, trovandola notevolmente innovativa. Ma analizziamola più nel dettaglio.

La nuova struttura sostituisce sia la vecchia barra dei menù (quella col menù file, modifica, inserisci , ecc .) che le barre degli strumenti con tutti i pulsanti (che vanno dal copia-incolla, salva, grassetto, selezione degli stili, del carattere) insomma tutto quello che si trova sopra il foglio. Al posto di questo si trova un pannello enorme che è suddiviso in schede (Home, Inserisci e così via ricalcando parzialmente i nomi dei menù a tendina del vecchio Office). Ogni scheda contiene una serie di icone. La scheda Home quella principale e contiene i principali comandi per la formattazione del testo quindi scelta del carattere, elenchi puntati/numerati, e cosa importantissima per la scrittura di una tesi ma in generale di un testo complesso il panello degli stili. Beh l’uso è intuitivo e si trova quello che serve. La scelta degli stili avviene da un mega menù pseudo-grafico dove i quadratoni contengono l’anteprima ovviamente incomprensibile dello stile che si sceglie comunque per nome. Un vantaggio però non indifferenze è la possibilità di vedere in anteprima gli effetti della scelta dello stile nel testo semplicemente passando il puntatore del mouse sopra lo stile desiderato senza però averlo impostato. Quando si trova quello giusto si clicca e la modifica è fatta davvero. E’ una comodità che si estende a parecchie cose in Word come la scelta anche dei colori, tabelle, e via dicendo.

Le altre schede ricalcano i menù a tendina con la nuova grafica a icone e qualche cosa spostata da un menù all’altro. Il pannello è nel complesso ben strutturato nel senso che le cose sono al loro posto. Purtroppo finché si effettuano operazioni basilari si trova tutto, quando invece si vogliono fare operazioni complesse non si trova niente. Mi è capitato spesso di vagare per i menù e non sono un utente che aveva usato intensivamente Office 2003 (mai usato) o OpenOffice (usato ma in modo molto basilare) e avevo poca abitudine. Ad esempio: non c’è una voce specifica sulla numerazione dei capitoli. Inoltre si ha sempre la sensazione che il pannello nasconda qualche opzione che però si deve trovare lì perché lì c’è tutto ciò di cui , secondo Microsoft, abbiamo bisogno. Il pannello non è personalizzabile e non si può cambiare nulla. L’unica cosa che si può fare è aggiungere delle icone personalizzate in un ristretto spazio sopra al pannello (ovvero sulla decorazione della finestra) che diventa un calderone di icone poco usabile. Un’altra cosa che si nota è che gran parte delle finestre di dialogo sono identiche a quelle del vecchio office e non sono nemmeno state ritoccate.

Un altra novità, che vedremo però meglio nelle prossime puntate,è la maggiore integrazione di equation che è un bel passo in avanti e molto più usabile.

La nuova grafica ha sicuramente il pregio di essere più intuitiva per certi versi e ben ordinata. Di contro c’è la scarsa personalizzabilità del pannello, il fatto che se alcune operazioni vengono accorciate rispetto alla vecchia grafica, altre richiedono più click e più spostamenti del mouse. Insomma la nuova interfaccia ci sta e ha i suoi meriti ma non è chissà che e non rappresenta una netta superiorità rispetto a OpenOffice come molti sostengono, persino nel forum di ubuntu. In realtà la nuova veste per Office 2007 ha funzioni di marketing e infatti affascina numerosi utenti che vogliono così Office 2007 per la grafica senza sapere che funzioni offre

OpenOffice 2.3 e la faccia di Writer

A differenza di Word, Writer è molto più giovane e basata su una grafica “classica”. Ovvero barra dei menù a tendina e barre degli strumenti. Nei menù troviamo davvero tutto quello che serve e poi nelle barre degli strumenti possiamo mettere quello che vogliamo e personalizzare il nostro OpenOffice come vogliamo in modo da renderlo usabile per le nostre esigenze. Questo si fa in modo facile. Non ho avuto particolari difficoltà, dopo l’abitudine a Office 2007, a tornare a Writer, senza perdermi più di tanto nei menù, segno che la grafica “Classica” funziona eccome sopratutto grazie all’alta personalizzabilità.

Un esempio: se in Office 2007 dovevo inserire un riferimento incrociato, tipicamente dovevo cliccare sulla scheda inserisci e poi sul tasto “Riferimento Incrociato”. 2 click. In OpenOffice mi sono aggiunto l’icona alla barra degli strumenti. 1 click ed è fatto. E questo è un esempio di come risparmiare tempo in questo caso un click in altri molto di più.

I veri punti di forza di OpenOffice anche se molti non ne parlano, sono il Navigatore e lo Stilista, strumenti che Office 2007 non ha. Il navigatore permette di navigare fra tutte le parti del file (paragrafi, immagini, equazioni) in breve tempo selezionate subito gli oggetti che vi servono. Lo stilista invece contiene tutti gli stili e quando si parla di stili in openoffice si intende ogni cosa. Di paragrafo, testo, immagini e persino pagine. Questi due strumenti sono ancora oggi molto innovati rispetto al concorrente perché consentono una potente rapida gestione del documento. Questi strumenti si collocano in finestre libere oppure ancorabili al bordo (cmq facilmente apribili e chiudibili da icone poste nella barra degli strumenti).

Conclusioni prima puntata

Dal punto di vista di funzionalità e razionalità OpenOffice è superiore, è indubbio e nemmeno l’interfaccia di Word 2007 può battere il navigatore e lo stilista di Writer. Secondo me su questo aspetto Writer è migliore senza ombra di dubbio. Questo non significa che l’interfaccia di Office 2007 sia negativa, questo non è vero. E’ sicuramente una buona idea ma non è che sia chissà che miglioramento come molti sostengono, o che apra chissà che gap rispetto a OpenOffice. E’ solo un modo diverso di gestire le cose con i suoi pregi ma anche i suoi difetti.”

E se ritieni OpenOffice diffice da usare in confronto a ms office beh…vai a leggere questo post https://rvinside.wordpress.com/2007/12/16/cose-openoffice/

p.s. Scusatemi tutto per questo uso improprio o privato del blog🙂 cmq questo articolo può essere utile a tutti, anche solo per informazione!😀

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: